Collane > Arte e Vita > Al caro illustre amico dall'egregia signora
88-97594-12-3
Prezzo:  20,00 € carrello

ISBN 88-97594-12-3


Formato 17x24 cm
148 pagine

Stampa  la Scheda Libro

stampante

Susanna Sala Massari
Al caro illustre amico dall'egregia signora
Carteggio Neera - Giovanni Segantini 1891 - 1899


Il volume ricostruisce un breve ma interessante carteggio tra Giovanni Segantini (1858-1899) e Anna Radius Zuccari, Neera (1845-1918), dal 1891 al 1899, ovvero durante gli anni di maggiore afferma zio ne simbolista e divisionista del grande pittore. Neera era già un’affermata giornalista e scrittrice di romanzi e novelle sulla condizione delle donne nella famiglia e nella società e aveva abbracciato le idee portanti della nota rivista L’idea liberale di Alberto Sormani e Guido Martinelli collocandosi in una posizione d’élite nell’ambiente culturale milanese dove fa da tramite tra personalità di spicco. Il suo avvicinamento in questi anni al mondo dell’arte è testimoniato dalle frequentazioni della Galleria dei fratelli Grubicy e dai numerosi articoli sulla Biennale di Venezia dove esprime la sua idea di arte che si andava configurando, come la sua poetica, nella ricerca della bellezza, del sentimento e dell’armonia come elevazione e tensione morale. Il carteggio li rivela accomunati dal medesimo sentire e vivere, in una dimensione mittel europea e post-scapigliata, che presupponeva l’unione di tutte le forme d’arte in un accostamento di concezione idealistica. Due mondi, due esperienze e due forme espressive diverse manifestano un’affinità di sentimenti nei confronti dell’arte e della vita. La consapevolezza di una loro similarità d’intenti li avvicina in una relazione intellettuale, profonda e rassicurante. Sullo sfondo altre personalità condivise, Angiolo Orvieto, Alberto Sormani, Guido Martinelli, William Ritter, alcune delle quali ancora in attesa di essere indagate ed approfondite per il contributo che hanno offerto alla divulgazione in Europa di questa importante corrente culturale: l’idealismo.